servizi&prove

CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI E ARCHEOLOGICI › INTONACI E MALTE

Indagini diagnostiche mirate alla conservazione ed al monitoraggio dei beni culturali. Le indagini chimico-fisiche su intonaci e malte ne qualificano e ne valutano il degrado. Le indagini di archeologia preventiva, mediante l’utilizzo di apparecchiature geofisiche e sondaggi diretti, sono necessarie negli ambienti sottoposti a vincolo. La valutazione del potenziale archeologico di un’area, attraverso indagini pre-scavo, è di fondamentale importanza per una corretta progettazione preliminare.

PROVA DI ADERENZA PULL-OFF

La prova pull-off è idonea per l’analisi dei danni riportati dalle superfici in calcestruzzo, per la misura dell’aderenza di intonaci e malte su ...

STEREOMICROSCOPIA E LETTURA STRATIGRAFICA (CROSS-SECTION)

La lettura stratigrafica permette di individuare tutti gli interventi effettuati sull’opera ed eventuali strati di pittura sovrapposti, la ...

SPETTROSCOPIA AGLI INFRAROSSI IN TRASFORMATA DI FOURIER (FTIR)

La spettroscopia agli infrarossi in trasformati di Fourier (FTIR) consente di individuare la natura chimica di tutte le sostanze organiche (oli, ...

PROVA PENETROMETRICA SU MALTA

La prova penetrometrica consente la determinazione delle caratteristiche meccaniche delle malte attraverso la lettura della penetrazione di una punta ...

PROVE CHIMICHE

Le prove chimiche applicate alle malte, ma estendibili anche ai campioni di calcestruzzo, consentono di determinare quantitativamente, in % (per cento ...

INDAGINE SCLEROMETRICA

L’indagine sclerometrica, o prova sclerometrica, è una prova non distruttiva per la determinazione dell’indice di rimbalzo sclerometrico di ...

MICROSCOPIO ELETTRONICO A SCANSIONE (SEM)

Mediante il SEM è possibile ottenere, informazioni di tipo morfologico e strutturale del campione e il riconoscimento delle forme cristalline dei ...

PROVA AL CARBURO DI CALCIO (misura del contenuto di acqua)

La prova consente di determinare la quantità di umidità presente nel suolo, nel cemento fresco, negli aggregati, etc. Metodo collaudato e ...

ANALISI DELLE VARIAZIONI CROMATICHE (misura delle coordinate di tristimolo)

L’analisi delle variazioni cromatiche, meglio nota come “colorimetria”, consente di definire, attraverso l’individuazione delle rispettive ...

MICROSCOPIA OTTICA IN LUCE TRASMESSA (SEZIONE SOTTILE)

La microscopia ottica a sezione sottile è un metodo che consente l’osservazione delle alterazioni delle pietre: permette infatti di caratterizzare ...

ANALISI TERMOGRAVIMETRICA (TG)

L’analisi termogravimetrica (TGA) consiste nel rilevare le variazioni di peso che subisce un campione all’aumentare della sua temperatura. I ...

ANALISI TERMICA DIFFERENZIALE (D.T.A.)

L’analisi termica-differenziale (DTA) consiste, in generale, nel riscaldare un campione di materiale in esame e di registrare, rispettivamente, ...