servizi&prove

DIAGNOSTICA STRUTTURALE

La diagnostica strutturale è operata mediante le indagini non distruttive o debolmente distruttive. I controlli non distruttivi e/o localmente distruttivi consistono in indagini strumentali che, eseguite direttamente sulla struttura, consentono di ridurre e di circoscrivere in superficie il danno eventualmente prodotto con metodi più invasivi. L’impiego di queste metodiche consente di ottenere informazioni di tipo prevalentemente qualitativo ma  in letteratura sono presenti curve di correlazione per la stima dei parametri di resistenza e deformabilità ricavabili in maniera diretta dai controlli distruttivi.
I controlli distruttivi restituiscono stime dirette e risultano indispensabili per la taratura del parametro non distruttivo ottenuto in opera.