servizi&prove

DIAGNOSTICA STRUTTURALE › ACCIAIO › ACCIAIO DOLCE PER CLS

La diagnostica strutturale è operata mediante le indagini non distruttive o debolmente distruttive. I controlli non distruttivi e/o localmente distruttivi consistono in indagini strumentali che, eseguite direttamente sulla struttura, consentono di ridurre e di circoscrivere in superficie il danno eventualmente prodotto con metodi più invasivi. L’impiego di queste metodiche consente di ottenere informazioni di tipo prevalentemente qualitativo ma  in letteratura sono presenti curve di correlazione per la stima dei parametri di resistenza e deformabilità ricavabili in maniera diretta dai controlli distruttivi.
I controlli distruttivi restituiscono stime dirette e risultano indispensabili per la taratura del parametro non distruttivo ottenuto in opera. 

PROVA PENETROMETRICA (DUROMETRO)

L’indagine permette, in maniera semplice e veloce, la misura della durezza di un materiale. La prova consiste nella penetrazione di uno strumento, ...

PRELIEVO CAMPIONE E PROVA A TRAZIONE

La prova di trazione uniassiale è un test di laboratorio di tipo distruttivo. La prova consiste nel sottoporre il campione d’acciaio ad uno sforzo ...

SAGGIO DIRETTO DI ARMATURE

Il saggio diretto di armature è l’operazione spesso preliminare alle prove di trazione. L’indagine consiste nella messa a nudo della barra ...

MAPPATURA DEL POTENZIALE DI CORROSIONE

La mappatura del potenziale elettrico di corrosione è la verifica dello stato di corrosione delle barre di armatura del calcestruzzo in maniera non ...

INDAGINI PACOMETRICHE

Il pacometro è uno strumento digitale che permette di rilevare in maniera non distruttiva la presenza, la direzione e il diametro delle barre di ...