servizi&prove

DIAGNOSTICA STRUTTURALE › CALCESTRUZZO
MISURA DELLA PROFONDITA’ DI CARBONATAZIONE

campi di applicazione

- strutture in calcestruzzo.

Obiettivi

- determinare la profondità di carbonatazione del profilo di calcestruzzo.

Principali vantaggi

- indagine veloce e di facile applicazione in situ.

Scopo

La carbonatazione è un processo chimico, frequente nei materiali come calcestruzzo e calce, contenenti idrossido di calcio, il quale, in presenza di anidride carbonica, favorisce la formazione di carbonato di calcio. In generale, pur aumentando la durezza corticale del cls, consente l’attacco dell’anidride carbonica alle barre di armatura del copriferro, promuovendo così il fenomeno di corrosione delle barre d’acciaio. Dal fenomeno di carbonatazione scaturisce dunque un complessivo decadimento delle caratteristiche meccaniche del calcestruzzo e una contrazione della matrice cementizia con potenziale aumento di fessurazioni.

Criteri di funzionamento

Il test per determinare il profilo di carbonatazione di un provino cilindrico di cls vede l’utilizzo di un indicatore basico, fenolftaleina all’1% in alcool etilico, che vira al rosso a contatto con materiale a pH > 9,2 (calcestruzzo sano) e rimane incolore per valori di pH inferiori. Nel caso di fenomeni di carbonatazione infatti, si ottiene un abbassamento del pH (a circa 8,5) a seguito della reazione tra l’anidride carbonica, ambientale, e l’idrossido di calcio (o calce viva) delle strutture in cls, con formazione di carbonato di calcio:

CO2 + Ca(OH)2 <-> CaCO3+H20

Riferimenti normativi

  • UNI EN 14630:2007 - Metodi di prova - Determinazione della profondità di carbonatazione di un calcestruzzo indurito con il metodo della fenolftaleina.

Galleria immagini