servizi&prove

DIAGNOSTICA STRUTTURALE › CALCESTRUZZO
PROFILO DI PENETRAZIONE IONI CLORURO

campi di applicazione

- strutture in cls.

Obiettivi

- determinare il profilo di penetrazione degli ioni cloruro all’interno del provino.

Principali vantaggi

- indagine veloce e di facile applicazione in situ.

Scopo

La misura dello strato di calcestruzzo penetrato dagli ioni cloruro consente di stabilire il livello di degrado del manufatto, individuando lo stato di avanzamento della corrosione del metallo (armatura).  Gli ioni cloruro, possono portare alla distruzione del film di passività che ricopre il metallo nelle condizioni originarie, agevolando la propagazione della corrosione. Tale meccanismo si manifesta con estrema frequenza soprattutto nelle zone costiere marine o sui viadotti, a causa del massiccio uso di sali da disgelo; o nei casi in cui via sia presenza di sali nell’impasto originario del calcestruzzo; si possono avere infiltrazioni ad esempio nell'aggregato o nell'acqua, oppure all'uso di acceleranti clorurati per la presa.

Criteri di funzionamento

Il degrado operato dagli ioni cloruro, è considerato un fattore estremamente aggressivo per le strutture in conglomerato cementizio. L’azione degli ioni liberi è infatti in grado di corrodere le barre di armatura e, al contempo, di distruggere il conglomerato. A differenza di altri meccanismi di degrado, promossi ad esempio dall’anidride carbonica, CO2, e dagli ioni solfato (SO4 2-), l’azione depassivante nei confronti dell’acciaio e quella distruttiva nei confronti della pasta di cemento, ad opera degli ioni Cl-, è caratterizzata da una cinetica più invasiva. 

Per stabilire lo spessore del calcestruzzo attaccato dagli ioni cloruro, viene impiegato un metodo colorimetro di natura qualitativa, che utilizza una soluzione di fluoresceina sodica e una di nitrato d’argento. Nelle zone penetrate dagli ioni cloruro, si ottiene come prodotto AgCl che conferisce al conglomerato una colorazione tendente al rosa tenue. Nelle zone di calcestruzzo non penetrate dagli ioni cloruro invece, l’AgNO3 si ossida, fino ad assumere una colorazione bruna, ben distinguibile.

Riferimenti normativi

  • UNI 7928 -  Determinazione della penetrabilità degli ioni cloruro (norma sperimentale)
  • UNI 9944:1992 Corrosione e protezione dell'armatura del calcestruzzo. Determinazione della profondità di carbonatazione e del profilo di penetrazione degli ioni cloruro nel calcestruzzo