servizi&prove

DIAGNOSTICA STRUTTURALE › CALCESTRUZZO
RICERCA IONI SOLFATO (SO4=) NEL CLS

campi di applicazione

- strutture in cls.

Obiettivi

- determinare lo  stato di degrado dell’opera.

Principali vantaggi

- indagine  qualitativa.

Scopo

La ricerca degli ioni solfato si effettua su campioni di cls che sono stati a contatto con acque o terreni veicolanti ad alte concentrazioni di solfati, con acqua di mare oppure con atmosfere ricche di anidridi solforose o solforiche tipiche degli ambienti industriali. Il deterioramento si manifesta attraverso fenomeni di sgretolamento della matrice a causa di vere e proprie formazioni di gesso  bi-idrato o trasformazioni del cls in ettringite (solfoalluminato  idrato di Ca3Al2O6 -3CaSO4-32H2O) e thaumasite (CaSO4-CaCO3-CaSiO3-15H2O), nei casi più degradanti. 



Criteri di funzionamento

I provini cilindrici estratti, oggetto di indagine, vengono nebulizzati con una soluzione di cloruro di bario e permanganato di potassio. Al trattamento, condotto in una unica soluzione, segue l’immersione dei provini in una soluzione di acqua distillata per circa due minuti. In presenza di ioni solfato, si ha formazione di solfato di bario, in grado di inglobare il permanganato di potassio, assumendo la tipica colorazione violetta. La zona non permeata dalla soluzione salina di solfato di bario, si decolora rapidamente durante successivi lavaggi con acqua distillata. E’ possibile pertanto tracciare una linea di demarcazione sulla superficie del provino, corrispondente al fronte di avanzamento dello ione solfato. 

Riferimenti normativi

  • UNI SPERIMENTALE 8019:1979 - Calcestruzzo. Determinazione della penetrabilità dello ione solfato.